29 August 2019
Climb Tokyo
La Sportiva festeggia i suoi primi atleti qualificati per le Olimpiadi
Sappiamo tutti che a Tokyo 2020 saranno venti i posti disponibili in totale per ogni categoria (maschile e femminile), sette sono stati assegnati ai migliori classificati nei campionati mondiali d’arrampicata IFSC di Hachioji, Giappone (11- 21 agosto).
Tra i finalisti della Combinata Olimpica che si sono assicurati un posto alle Olimpiadi figurano già ben cinque atleti La Sportiva: Schubert, Fossali, Klingler, Noguchi e Raboutou.[b]
[/b]
Ma lo spettacolo verticale non si è concluso con la chiusura dei Campionati Mondiali: il 23 agosto è stato infatti il turno di Climb Tokyo, un boulder contest targato La Sportiva all’interno della palestra di riferimento per la climbing society della metropoli giapponese, B-Pump Ogikubo.
L’evento ha unito atleti professionisti e amatori in una sola gara a squadre, in cui un centinaio di climber locali hanno potuto gareggiare al fianco dei propri idoli, chiedere loro consigli e contribuire al successo del proprio team. La squadra che alla fine si è aggiudicata la vittoria, è stata quella capitanata da Akiyo Noguchi al fianco di Marcello Bombardi e Meichi Narasaki.

“È stato un successo– afferma Alessandro Tedoldi, events manager La Sportiva – una prima edizione che ci fa ben sperare per il 2020, in cui eventi di questo genere non mancheranno all’interno del contesto olimpico. La sinergia che si è creata tra gli atleti e i local climbers è stata immediata e positiva, così come l’energia che ha riempito la palestra durante l’intero evento, dalle iscrizioni alla festa finale.”

Dulcis in fundo, la sorpresa per quattro qualificati è arrivata proprio sul finale: una torta per festeggiare le convocazioni olimpiche di Petra, Jakob, Akiyo e Ludovico.
Climb Tokyo si è rivelata essere conclusione perfetta di questi campionati mondiali IFSC, ma soprattutto un’occasione speciale per vivere assieme l’essenza della climbing community e per celebrare l’inizio dell’avventura olimpica. See you in Tokyo

Fonte: La Sportiva